tendenze 2019 caffetteria
tutto sul caffè

Tendenze 2019 per tea and coffee lovers: Bubble Tea, Cold Brew, Bulletproof Coffee

Nuovi metodi di estrazione del caffè come il Cold Brew e curiose bevande come il Bubble Tea rappresentano alcune delle tendenze che stanno guadagnando la ribalta nel panorama italiano della caffetteria. Se desiderate saperne di più, in questo articolo vi parleremo delle principali novità del settore e di qualche trend proveniente dall’estero ancora poco conosciuto in Italia, come il Nitro Cold Brew e il Bulletproof Coffee.

Cold Brew Coffee: il caffè estratto a freddo

Cold brew coffee

Come abbiamo precedentemente spiegato, il Cold Brew Coffee è un caffè estratto a freddo, senza l’utilizzo del calore. Gustosa e rinfrescante, la bevanda si ottiene con un particolare metodo di estrazione e non va assolutamente confusa con preparazioni fredde come il caffè shakerato, ad esempio, dove il caffè viene estratto con acqua calda e solo successivamente raffreddato. Sono stati gli Stati Uniti a rendere famoso il Cold Brew Coffee, ma sembra che già nel Giappone del ‘600 si bevesse un caffè preparato in questo modo. L’estrazione richiede molto tempo (fino a 12 ore) e può avvenire attraverso due metodi alternativi, Cold Brew o Cold Drip.

Perché assaggiare un Cold Brew Coffee? Perché il processo di estrazione a freddo regala un’esperienza sensoriale diversa da quella del classico espresso. La bevanda così ottenuta, infatti, è caratterizzata da un aroma morbido e dolce, possiede una ricchissima sfumatura di aromi ed è maggiormente digeribile, in quanto il metodo a freddo evita il rilascio di alcuni oli e acidi grassi. Particolarmente apprezzato durante la stagione calda, il Cold Brew Coffee è ottimo anche per realizzare gustosi cocktail al caffè.

Nitro Cold Brew Coffee: il caffè all’azoto

Nitro Cold Brew

Sembra una birra, ma non lo è. Si chiama Nitro Cold Brew Coffee ed è una delle ultime frontiere per quanto riguarda i metodi di estrazione del caffè. Questa bevanda è stata inventata negli Stati Uniti tra il 2011 e il 2015 ed è ancora poco conosciuta in Italia: può essere definita una sorta di evoluzione del classico Cold Brew. Il caffè estratto a freddo, infatti, viene miscelato con l’azoto e servito alla spina, proprio come una birra. Il risultato è un caffè lungo, dal sapore dolce e la consistenza vellutata dovuta alla presenza delle bollicine di azoto che, al contrario di quanto si potrebbe pensare, non conferiscono alla bevanda un effetto effervescente.

Caffè e mixology: la (ri)scoperta dei cocktail al caffè

Una tendenza che si sta diffondendo nel mondo della mixology, l’arte del bere miscelato, è l’utilizzo del caffè per la realizzazione di cocktail. Spazio quindi a nuovi modi di consumare il caffè, che esce dai confini del classico espresso per diventare preziosa componente di drink after dinner, come ad esempio l’Espresso Martini o l’Irish Coffee. Accanto a preparazioni senza tempo come queste, oggi emergono nuove proposte che vedono protagonisti sia il classico espresso sia il già citato Cold Brew.

Bubble Tea: il tè con le bolle

Bubble tea

Lasciamo momentaneamente il mondo del caffè per avventurarci in quello del tè. Avete mai sentito parlare del Bubble Tea? È una preparazione molto particolare che si sta diffondendo anche nel nostro Paese. Scopriamo meglio di cosa si tratta e qual è la sua ricetta.

Bubble Tea: cos’è?

Se vi state domandando che cos’è il Bubble Tea, iniziamo col dire che non è un tè effervescente. La vera particolarità di questa bibita, infatti, è la presenza al suo interno di palline dolci e gommose, le perle di tapioca (fecola ricavata dalla radice di manioca, particolarmente utilizzata nell’alimentazione dei paesi tropicali). Il Bubble Tea è generalmente a base di tè e latte, ma può essere arricchito anche con altri ingredienti, come succhi di frutta e sciroppi, mentre le perle di tapioca possono essere sostituite con popping boba (sfere trasparenti ripiene di succhi) oppure pezzi di frutta. Il tutto da sorseggiare con una larga cannuccia. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, il tè con le bolle non è un’invenzione recente. La bibita è stata infatti ideata a Taiwan negli anni Ottanta e in seguito si è diffusa in tutta l’Asia, per poi raggiungere anche Stati Uniti ed Europa.

Bubble tea: la ricetta

Ora che abbiamo capito che cos’è il Bubble Tea, vediamo come prepararlo. In realtà non esiste un’unica ricetta per realizzare questa bevanda. Come dicevamo, infatti, le varianti possibili sono tante e permettono di creare bibite non solo golose, ma anche colorate e giocose (su Instagram, l’hashtag #bubbletea conta più di un milione e duecentomila post). Ecco la ricetta per il Bubble Tea che vi proponiamo, a base di tè, latte di riso e perle di tapioca.

Procedimento:

  • Mettete in ammollo 50 g di perle di tapioca in acqua fredda per circa un’ora (potete scegliere sia le perle bianche di tapioca sia quelle nere).
  • Sciacquate le perle e cuocetele per 10 minuti in 500 ml d’acqua.
  • Lasciate raffreddare le perle, quindi scolatele e mettetele nel tè caldo già zuccherato (potete scegliere quello che preferite; i più gettonati sono Earl Grey, gelsomino, matcha, tè nero o tè verde).
  • Aggiungete del latte di riso e gustate la vostra bevanda con una cannuccia.
  • Per una ricetta di Bubble Tea più estiva e rinfrescante, potete aggiungere del ghiaccio o delle centrifughe di frutta.

Bulletproof Coffee: il caffè con il burro

Bulletproof coffee

Restando in tema di bevande curiose, chiudiamo con un trend diffuso negli Stati Uniti e, probabilmente, meno conosciuto in Italia: il Bulletproof Coffee, ovvero il caffè con il burro. Qualcuno forse storcerà il naso sentendo nominare una preparazione tanto singolare, eppure questa bevanda sembra aver riscosso un certo successo tra sportivi e celebrities. Il Bulletproof Coffee (che significa “a prova di proiettile”) è un’invenzione dell’americano Dave Asprey, ideatore della Bulletproof Diet, regime alimentare a elevato contenuto di grassi. Asprey suggerisce di sostituire la normale colazione con una tazza di caffè con il burro, in quanto la bevanda aiuterebbe a bruciare calorie e ad aumentare la concentrazione mentale, mantenendo sazi fino all’ora di pranzo. La preparazione, che secondo Asprey dovrebbe contenere specifici ingredienti selezionati, se da una parte è diventata popolare anche tra personaggi famosi, dall’altra ha incontrato più scetticismo da parte di dietologi e nutrizionisti.

Che cosa ne pensate di queste tendenze? Avevate già avuto modo di assaggiare un Cold Brew Coffee, un Bubble Tea o un Bulletproof Coffee?

filicori zecchini logo autore

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio