spazi esterni bar

5 suggerimenti per organizzare al meglio gli spazi esterni del tuo bar

Le giornate sempre più lunghe e il clima caldo fanno migrare gli avventori di bar e caffetterie verso i locali che hanno un particolare asso nella manica: la possibilità di sedersi all’esterno. Questo elemento, che durante il resto dell’anno può sembrare meno importante, d’estate diventa fondamentale per il buon andamento degli affari. Non basta però avere dei tavoli e delle sedie posti davanti all’entrata dei vostri locali, l’allestimento dello spazio esterno è il miglior biglietto da visita per ogni cliente che passa velocemente davanti alle vostre vetrine.

Per aiutarvi ad orientarvi tra le mille regole, scritte e non, e ottenere così i risultati migliori, abbiamo pensato di stilare una breve lista dei “must” da seguire. In questo articolo troverete consigli su come affrontare la burocrazia, soluzioni pratiche e alcuni trucchi del mestiere.

Le 5 regole per un perfetto allestimento dello spazio esterno di un bar

spazi esterni bar suggerimenti

1. Burocrazia? Niente paura!

La prima domanda che vi dovete porre quando volete aprire uno spazio all’esterno del vostro bar è “ho i permessi necessari”? Se la risposta è no, correte ai ripari. Per poter allestire uno spazio di questo tipo è infatti necessario ottenere tutte le autorizzazioni necessarie. Purtroppo non esiste una linea guida nazionale, quindi dovrete chiedere al vostro Comune di riferimento qual è la lista completa delle linee guida da rispettare per non rischiare multe salate.

2. Piedi saldi a terra, no grazie

Dopo aver ottenuto i permessi di cui abbiamo parlato vi servirà un buon punto di appoggio dove allestire il vostro dehors. Il modo migliore è sicuramente quello di prevedere un piccolo investimento per la realizzazione di una pavimentazione sopraelevata. Aiuta a delimitare gli spazi dedicati al vostro bar (senza quindi rischiare una multa per essere usciti dalla metratura concessa dal Comune) e permette anche di qualificare il vostro spazio, annullando i soliti dislivelli stradali, evitando ai vostri clienti sedie traballanti e tavolini poco stabili a causa di un asfalto malandato o di sanpietrini un po’ dismessi. In ultimo, ma non per importanza la pavimentazione flottante è considerata un ottimo isolante termico, perché riesce ad interrompere il contatto con il terreno. Così il vostro dehors sarà pronto ad affrontare l’afa estiva e l’umidità invernale.

3. Piante, piante piante!

bar esterno verde

Che il vostro locale si trovi in una metropoli o in un piccolo borgo, la parola d’ordine rimane sempre la stessa: verde. Quindi non abbiate paura di osare con cespugli, arbusti e rampicanti, fino ad arrivare ai più futuristici giardini verticali. Trovare un’oasi verde in mezzo all’asfalto sarà sicuramente un richiamo irresistibile per i clienti, provare per credere.

4. Non esistono più le mezze stagioni…

E proprio per questo bisogna avere particolare cura del benessere della temperatura dei vostri clienti. Se è vero che nei mesi estivi risulta ormai fondamentale avere delle ventole (meglio se con sistema di nebulizzazione dell’acqua incluso) d’inverno non si deve dimenticare l’installazione di funghi riscaldanti o di lampade a infrarossi. In questo modo il numero dei coperti all’esterno sarà sempre garantito. Inoltre è buona norma prevedere una copertura su tutta la superficie del dehors, una scelta ottima è quella delle coperture rigide utili sia in estate che in inverno, le uniche vere alleate in caso di pioggia. In alternativa potete anche sbizzarrirvi con tende e ombrelloni spaziando da colori pastello o tinte forti. Questi saranno sicuramente ottimi nella stagione estiva per proteggere dai raggi del sole più forti.

5. Universo arredamento

Come dicevano i latini “de gustibus non disputandum est”. Quindi non possiamo certo dirvi come arredare il vostro dehors, ma sicuramente possiamo fornirvi anche in questo caso qualche suggerimento pratico. Se, come abbiamo detto, lo stile dipende dai vostri gusti, oltre che dal luogo in cui si trova il bar (mare, montagna, città, piccolo borgo…) e da come avete arredato l’interno, bisogna sempre ricordare che la pulizia è fondamentale per ben presentarsi ai clienti. Quindi, anche per risparmiare le energie del vostro staff, consigliamo di optare per sedie e tavoli facili da pulire e realizzati in metalli verniciati, plastiche e legni trattati. Infine il più classico dei trucchi: optate per tavolini da 2 persone! Questi infatti sono i più facili da spostare e aggregare facilmente in base alle esigenze di coppiette felici o comitive di amici.

Siete interessati ai consigli che Filicori Zecchini mette a disposizione dei propri clienti? Avete trovato utili i nostri suggerimenti e non volete perderne altri? Allora iscrivetevi alla nostra newsletter per aggiungere sempre più assi nelle vostre maniche!

 

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio