ristruttura un bar

Come ristrutturare e arredare un bar: 3 soluzioni a portata del vostro budget

Volete aggiornare lo stile del vostro bar ma non avete a disposizione tempo e denaro per una ristrutturazione completa? Non preoccupatevi perché non dovrete per forza spendere un patrimonio per rifare completamente il look del vostro locale; potreste invece optare per un intervento di restyling e, in questo post, troverete tre soluzioni per ristrutturare e arredare il bar in base al budget a vostra disposizione.

Nell’era di Instagram e dei social network – all’interno dei quali le immagini corrono veloci e l’attenzione è tutta rivolta all’estetica – anche le attività commerciali, i bar ed i negozi sono coinvolti in una vera e propria rivoluzione dell’immagine in cui architettura, design e arredamento (anche degli spazi esterni) contribuiscono alla creazione di un concept di successo.

Ma, a prescindere dallo stile che vorrete dare al vostro bar, c’è una cosa che bisogna sempre tenere in considerazione. Infatti il primo suggerimento che vogliamo darvi è prezioso, utile e al tempo stesso molto economico: la pulizia approfondita di tutte le superfici (pavimenti, rivestimenti, arredi e tessuti) è un ottimo punto di partenza per dare nuova vita al vostro locale. L’attenzione verso il cliente e la cura del dettaglio passano anche attraverso gesti semplici come pulizia e ordine.

Budget basso: tutti gli “escamotage” per ristrutturare

piante per bar

Avere a disposizione un piccolo budget per realizzare il restyling del vostro bar può sembrare un limite ma è possibile ottenere un ottimo risultato concentrando le energie e le risorse a disposizione.

Una semplice soluzione per dare personalità ad un ambiente neutro è appendere oggetti a tema o stagionali secondo un filo conduttore. Ad esempio se vi piace lo sport sarà un’ottima idea appendere attrezzature sportive vintage come vecchi sci, racchette da tennis, mazze da baseball, guantoni o maglie autografate. Se invece siete amanti dell’arte potreste coinvolgere un artista o un fotografo per esporre nel vostro locale le sue opere, così la vostra caffetteria si trasformerà in una galleria d’arte temporanea, attirando visitatori curiosi e creando un ambiente eclettico e in continuo cambiamento.

Arredare con le piante da interno è una scelta green e d’impatto, quindi sì a piccoli vasi in vetro o in latta da appoggiare sui tavolini nei quali mettere fiori o piccole piante grasse facili da curare come l’Echeveria, la Crassula Ovata o il cactus. Le vetrofanie sono una soluzione semplice ed economica, finalizzata a comunicare un messaggio pubblicitario oppure per creare una vetrina a tema. In commercio troverete numerose soluzioni pronte all’uso, se invece preferite un prodotto su misura e personalizzato, vi consigliamo di contattare un grafico.

Se nel vostro bar utilizzate i menu da tavolo potreste cambiare l’impaginazione grafica, scegliendo un nuovo formato e supporto sul quale scrivere. Rinnovare il menu garantisce sempre un ottimo risultato, perché comunica un’immagine fresca e aggiornata del vostro servizio.

Anche le sedie sono un ottimo punto di partenza per arredare il vostro bar. Quelle che avete sono usurate o démodé? Se la struttura è in buono stato potete sostituire il tessuto oppure se si tratta di sedie o sgabelli rigidi potete sempre riverniciarli.

Infine se sono presenti nel vostro bar tende e complementi d’arredo in tessuto come cuscini e tovaglie, potreste rinnovarli, ottenendo un ottimo risultato con poca spesa e molta resa!

Budget medio: cosa chiedere ai professionisti

professionisti per rinnovo bar

Se avete a disposizione una cifra superiore per realizzare un restyling della vostra attività, il ventaglio delle possibilità si amplia e vi consente di attingere all’esperienza di veri e propri professionisti.

La tinteggiatura degli ambienti è un’azione fondamentale per rinnovare lo stile del vostro locale. Siete amanti dei colori forti? Verniciate una parete nel colore che più vi piace ma utilizzate un colore soft per le restanti. Altrimenti se siete “fan” dello stile classico potete dipingere la pareti a righe larghe verticali con colori neutri per creare un ambiente chic e accogliente.

Il vostro bancone ha un aspetto vetusto ma non è abbastanza vintage per essere considerato alla moda? Nessun problema, potete sempre riverniciarlo con smalti o resine oppure rivestirlo con pellicole adesive piuttosto che ricoprirlo utilizzando la tecnica del découpage. Oltre ai pannelli spesso è possibile sostituire il piano di mescita rivolgendosi ad un professionista esperto che realizzerà un top su misura per voi. Quale materiale scegliere? Sul mercato c’è un’ampia gamma di proposte. Sì al Fenix, un laminato di ultima generazione dall’aspetto soft ma resistente, sempre ottimi i quarzi sintetici o in alternativa il rivestimento in acciaio verniciato per stupire i vostri clienti.

Vorreste sostituire completamente i tavoli e le sedute ma non avete abbastanza budget? Acquistate solamente sedie e sgabelli, risparmierete denaro senza rinunciare a dare una nuova immagine alla vostra caffetteria.

Cambiate i menu a parete, personalizzateli! Su Pinterest.com ci sono infinite soluzioni per esporre la lista delle bevande e delle ricette che servite nel vostro locale.

Infine, le luci. Con un budget intermedio non sarà possibile sostituire completamente l’impianto della vostra attività ma bisognerà agire d’astuzia. Ad esempio, se avete luci pendenti sopra il bancone potreste sostituirle creando paralumi con oggetti di recupero piuttosto che acquistare direttamente un nuovo corpo lampada. Un locale deve essere ben illuminato, no ad ambienti troppo bui a meno che non sia nel mood del locale.
In generale vi consigliamo di sostituire dove possibile le lampadine con un modello a led in tonalità warm-white, l’effetto sarà sicuramente accogliente e confortevole.

Come arredare un bar con un budget elevato

budget per ristrutturare un bar

Se avete a disposizione un discreta cifra, potrete optare per un intervento corposo coinvolgendo un architetto o un interior designer che seguirà tutte le fasi dell’intervento, dalla progettazione alla direzione lavori.

Partite sempre da un’idea, se la vostra attività ha già un’immagine forte, l’obiettivo sarà aggiornare il design senza snaturarne l’identità. In caso contrario potrete sempre decidere di cambiare totalmente l’aspetto della vostra caffetteria partendo da un concetto o da un tema, quindi spazio alla fantasia!

Quando si decide di realizzare un intervento di ristrutturazione è buona norma controllare ed eventualmente rifare l’impianto elettrico, idrico e la climatizzazione, onde evitare spiacevoli inconvenienti futuri.

Rinnovare la pavimentazione è un intervento di grande impatto che darà una nuova immagine al vostro locale. Non sempre è necessario sostituire l’esistente ma spesso è possibile ricoprire la superficie con un nuovo materiale come ad esempio il grès porcellanato, il laminato vinilico o il parquet. Una soluzione alternativa e di grande successo è l’utilizzo della resina che vi permetterà di ricoprire il pavimento esistente con uno strato leggerissimo senza subire un intervento di demolizione. Infine con la resina si può ottenere un interessante effetto di superficie continua non realizzabile con i materiali ceramici.

Un buon progetto di arredo è fondamentale per creare un ambiente funzionale e d’impatto. Il banco bar dovrà essere pensato per ospitare le diverse funzioni: conservazione, preparazione, stoccaggio e servizio. La macchina espresso dovrà essere posizionata in bella vista, possibilmente visibile anche dall’esterno. La scelta del tipo di vetrina refrigerata è un argomento sul quale riflettere. Il modello verticale è più adatto negli spazi ridotti mentre la vetrina drop-in è un’ottima scelta per esporre pasticcini e croissant.

Tavoli e sedute vanno scelti in base al concept di progetto. Sul mercato esistono moltissime aziende di design per tutte le tasche. Fate attenzione nella scelta dei rivestimenti, se vi piacciono i tessuti controllate che siano idrorepellenti o lavabili.

L’illuminazione è un punto da non sottovalutare nella progettazione, la luce è parte integrante dell’architettura ed è fondamentale per creare l’atmosfera giusta. Sfruttate possibilmente la luce naturale e utilizzate la luce artificiale solo dove è indispensabile. Affidatevi ad un progettista illuminotecnico che vi guiderà nella scelta dei modelli più adatti da installare nel vostro bar.

L’insegna è un elemento fondamentale, è il biglietto da visita della vostra caffetteria ed è molto importante che sia in linea con l’identità e il mood del vostro locale. Un’insegna nuova e accattivante catturerà sicuramente l’attenzione dei passanti. Rivolgetevi ad un grafico per creare un logo che rispecchi il nome e lo stile del vostro bar e contattate un professionista per realizzare il manufatto.

Questi sono solamente alcuni suggerimenti utili per potenziare il vostro business, ma ciò che i vostri clienti noteranno e e ricorderanno di più, oltre a un buon espresso, è la cura e l’attenzione che avrete nei loro confronti.

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio