Gassosa al caffè

La Brasilena e la ricetta della gassosa al caffè

I caldi pomeriggi estivi hanno bisogno di bibite che portino freschezza e ristoro: la Brasilena, o gassosa al caffè, sembra nata esattamente per questo scopo. Frizzante al punto giusto, con qualche cubetto di ghiaccio, è proprio ciò che ci vuole per prendersi una pausa. Ma quando è nata e come mai è meno conosciuta rispetto ad altre bevande? Scopriamolo insieme.

Brasilena: la gassosa al caffè made in Italy

La gassosa al caffè è introvabile in quasi tutte le regioni italiane, tranne nel luogo che le ha dato i natali: la Calabria. Qui, infatti, si può gustare ancora in quasi tutti i bar questa bibita frizzante a base di caffè, che ha saputo conquistarsi un numero tale di fan da resistere al predominio dei grandi marchi internazionali.

La Brasilena è stata inventata da un’azienda della provincia di Catanzaro che imbottigliava acqua minerale: la sua diffusione è avvenuta tra gli anni settanta e ottanta. Sia in Calabria che in altre regioni, fino a una cinquantina di anni fa, erano infatti comuni molte bevande come aranciate, limonate o gassosa aromatizzate, ma soltanto la Brasilena ha ottenuto un così grande successo, tanto che oggi vanta numerose imitazioni, la maggior parte delle quali calabresi.

Gli ingredienti sono pochi e semplici – acqua minerale, caffè, zucchero – anche se la ricetta originale è, naturalmente, segreta. La bibita era originariamente commercializzata in bottigliette di vetro e anche oggi è possibile trovarla in questo formato, oppure in lattina.

Gassosa al caffè: la ricetta per farla in casa

Brasilena

La brutta notizia è che, a meno di qualche grosso colpo di fortuna, fuori dalla Calabria difficilmente riuscirete a trovare la gassosa al caffè. Ma, se l’avete assaggiata e ve ne siete innamorati, potrete facilmente realizzarne una versione casalinga, da gustare ogni volta che ne avete voglia. Vediamo di cosa avrete bisogno per 1 litro di questa rinfrescante bevanda.

Ingredienti per 1 litro di gassosa al caffè:

● 850 ml di acqua molto gassata
● circa 100 ml di caffè
● 50 g di zucchero
● 2 cucchiai di caramello
● qualche goccia di limone.

Avrete inoltre bisogno di una bottiglia vuota della capienza di 1 litro. Vi siete già procurati tutto? Allora è il momento di passare all’azione. Ecco il procedimento da seguire:

1. Riempite la bottiglia da litro con 850 ml di acqua.
2. Preparate 4-5 tazzine di caffè, con la macchina per l’espresso o con la moka. Potete scegliere un caffè dal gusto più intenso, come la miscela Forte, oppure il Delicato, a seconda delle vostre preferenze.
3. Zuccherate il caffè bollente e mescolate fino al completo scioglimento; lasciate raffreddare.
4. Versate nella bottiglia il caffè zuccherato, spremete qualche goccia di limone e aggiungete il caramello, che addolcirà ulteriormente la bibita e le darà il tipico colore della cola.
5. Conservate la bevanda in frigorifero. Servite in un bicchiere alto con qualche cubetto di ghiaccio.

Buona gassosa al caffè!

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

4 thoughts on “La Brasilena e la ricetta della gassosa al caffè”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio