caffè alla tedesca
coffee throughout the world

Il caffè alla tedesca: tre varianti golose da conoscere

Bere caffè in Germania è una tradizione forte e radicata, tanto che l’apertura del primo locale in cui si consumava la bevanda risale al 1679 (ad Amburgo) e oggi i tedeschi sono secondi al mondo per le importazioni di caffè. Se amate viaggiare e avete visitato questo Paese, probabilmente avrete assaggiato un Eiskaffee, un Pharisäer Kaffee o un Cafè Crème: esistono, infatti, diverse varianti di caffè alla tedesca. Prima di scoprire le caratteristiche di ognuna, però, vi racconteremo un po’ di storia, dalla fine dell’Ottocento al secolo scorso, fino alla caduta del Muro di Berlino.

Il caffè in Germania e l’invenzione del filtro

Oggi in Germania si beve tanto caffè, ma non è sempre stato così: nella seconda metà dell’Ottocento, infatti, Federico II di Hohenzollern, re di Prussia, prese dei provvedimenti restrittivi che limitarono fortemente il consumo di questa bevanda, fino a vietarla del tutto. Il grande successo del caffè, e il relativo incremento del suo commercio, aveva suscitato le lamentele dei birrai, per questo il sovrano istituì il monopolio sulle torrefazioni. Il divieto del possesso di caffè e del suo consumo fu abolito alla morte di Federico II.

Per gli appassionati, tuttavia, le tribolazioni non erano affatto finite, poiché dopo la Seconda Guerra Mondiale questo prodotto, al pari di molti altri, era diventato quasi introvabile nella Repubblica Democratica Tedesca (comunemente nota come Germania Est).

Melitta Bentz, la donna che inventò il filtro per caffè

Una piccola curiosità: forse non tutti sanno che fu una donna tedesca a inventare il primo filtro per caffettiere. Melitta Bentz, all’inizio del XX secolo, era infatti stanca di trovare dei granuli nella sua bevanda, così cominciò a fare esperimenti nella sua cucina e nel 1908 brevettò il filtro per caffettiere, che iniziò a produrre in società con suo marito.

Caffè alla tedesca: quali sono le varianti

Considerato l’amore dei teutonici per questa bevanda, non stupisce che le varianti di caffè alla tedesca siano tante e una più golosa dell’altra. E sì, non somigliano neppure vagamente al nostro espresso, ma sembrano fatte proprio per scaldare un grigio pomeriggio invernale, o per rinfrescarsi sotto il solleone. Scopriamo allora quali sono gli ingredienti del Pharisäer Kaffee, dell’Eiskaffee e del Cafè Crème.

caffè in germania

Pharisäer Kaffee: ingredienti e preparazione

Il caffè corretto, la Sambuca con la mosca e l’Irish Coffee sono solo alcune preparazioni che vedono alcolici e caffè trovare un gustoso accordo. In Germania, la coppia vincente prevede il rum, che troviamo nel Pharisäer Kaffee, insieme a cacao e panna montata. Sembra che le sue origini risalgano al predicatore protestante Gustav Beyer, che ammoniva i suoi fedeli perché consumavano troppo alcol. Per questo motivo, durante una festa in cui tutti bevevano caffè corretto, al religioso fu servito senza l’aggiunta del rum, cosa che provocò il suo risentimento, tanto da fargli esclamare “Ihr Pharisäer!”, ossia “Farisei!”, con un chiaro riferimento alla Bibbia.
In Germania, questa bevanda si prepara con il caffè estratto mediante una particolare macchinetta a filtro, che ha la forma di un imbuto (collegato a una brocca). Al suo interno viene posta la miscela macinata e contenuta in un filtro di carta, sul quale si versa l’acqua bollente.

Per preparare il Pharisäer Kaffee in casa, però, possiamo utilizzare anche il caffè fatto con la moka: ecco gli ingredienti e il procedimento da seguire.

Ingredienti

● 2 tazzine di caffè moka Delicato Filicori Zecchini
● 40 ml di rum
● 3 cucchiai di panna montata fresca
● cacao amaro in polvere
● zucchero a piacere

Potete preparare un Pharisäer Kaffee versando in una tazza il caffè e aggiungendo lo zucchero; dopo aver mescolato bene, aggiungete anche il rum e guarnite con la panna fresca e il cacao amaro.

Eiskaffee, la specialità più golosa

Alzi la mano chi rinuncerebbe a un affogato al cioccolato! Ne esiste una versione teutonica, molto amata anche in Austria e Alto Adige, che merita molto più di un singolo assaggio: è l’Eiskaffee.

Ingredienti

● due tazzine di caffè ristretto o un caffè lungo Forte Filicori Zecchini
● due o tre palline di gelato alla vaniglia
● cacao amaro in polvere
● panna montata

Per preparare l’Eiskaffee è sufficiente mettere sul fondo di un bicchiere alto delle palline di gelato, versarci sopra il caffè, guarnire il tutto con panna e una spolverata di cacao. Di questa bevanda, perfetta per chi non sa rinunciare a una dolce coccola, esiste anche una versione con la cioccolata (chiamata Eisschokolade).

Cafè Crème, il classico caffè alla tedesca

Il più classico tra i caffè alla tedesca è però il Cafè Crème: se ne ordinate uno, vi verrà servito in una tazza da cappuccino, più grande di quelle che si utilizzano in Italia.
La tazza viene riempita per 3/4 di caffè lungo. L’estrazione di questo caffè dalla macchina per espresso avviene nell’arco di circa 30 secondi, con un porta-filtro doppio e una dose di 15 grammi.

Ricordate, infine, che se ordinate un caffè in Germania (“Ein Kaffee”, con l’accento sulla “e” finale), ci sono buone probabilità che vi venga servito un Cafè Crème, invece che un espresso.

Conoscevate le varianti del caffè alla tedesca? Le avete mai provate? Raccontatecelo nei commenti.

filicori zecchini logo autore

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio