maron glace
ricette

Come preparare il bicchierino al maron glacé

Un cuore di castagna custodito in un irresistibile guscio di zucchero: questo sono i maron glacé, una vera gioia per la vista e il palato, amata da grandi e piccini. Perfetti per le grandi occasioni come le festività natalizie, i maron glacé possono essere gustati da soli oppure in abbinamento ad altre golose preparazioni. In questo post vi sveleremo qualche piccola curiosità su questa delizia e vi mostreremo come realizzare uno stuzzicante dessert a base di caffè e mousse: il bicchierino al maron glacé.

Cosa sono i maron glacé?

Prima di capire come preparare il bicchierino, scopriamo qualcosa in più sui maron glacé. Che cosa sono di preciso e come vengono realizzati? I maron glacé sono marroni canditi, ricoperti da una glassa di zucchero che regala loro un aspetto lucido e invitante. Il nome stesso deriva da questa particolare caratteristica. In francese, infatti, “glacé” significa “ghiacciato” e fa riferimento al processo di glassatura che conferisce ai dolcetti una superficie cristallizzata simile al vetro.

Questa particolare lavorazione di pasticceria non richiede tanti ingredienti. I componenti fondamentali, infatti, sono essenzialmente tre: lo zucchero, l’acqua e i marroni, una pregiata varietà di castagne, che si differenzia da queste ultime sotto diversi aspetti. Le castagne, innanzitutto, sono il frutto della pianta selvatica, mentre i marroni dell’albero coltivato. Per quanto riguarda l’aspetto, poi, i marroni appaiono più grandi e arrotondati, hanno una buccia di colore più chiaro e all’interno di un riccio ce ne stanno al massimo tre. Dal punto di vista gustativo, comunque, la più importante distinzione riguarda soprattutto il sapore. Rispetto alle castagne, infatti, i marroni sono più croccanti, profumati e dolci.

Breve storia dei maron glacé

Lo sapevate che la nascita di questi dolcetti è da sempre fonte di dibattito? Non è infatti ben chiaro chi abbia inventato la ricetta e, a contendersi questa creazione, sono la Francia e il Piemonte. La versione italiana attribuisce la nascita dei maron glacé alla zona del cuneese, tutt’oggi una delle località simbolo della produzione di castagne nel nostro Paese. A idearli sarebbe stato un cuoco di corte del Duca di Savoia Carlo Emanuele I. Dall’altra parte, invece, i francesi citano il celebre cuoco Francois Pierre de La Varenne, della Nouvelle Cuisine seicentesca, il quale parlò dei maron glacé nel libro “Le parfait Confiturier”. Fu comunque sul finire dell’Ottocento che in Francia nacque la prima azienda di produzione industriale di maron glacé.

Come vengono fatti i maron glacé

Pochi ingredienti, quindi, ma un procedimento lungo e delicato. Quella dei maron glacé è una ricetta complessa, infatti, che richiede diversi giorni per essere ultimata e una certa attenzione per evitare che i frutti si rompano. Ma in cosa consiste esattamente? I marroni vengono immersi in acqua per nove giorni, poi si procede con la pelatura e la bollitura. In seguito, vengono fatti sciroppare e in questa fase, che dura alcuni giorni, i frutti assorbono lo zucchero e rilasciano l’acqua. Una volta canditi, si passa alla glassatura con zucchero a velo e acqua, procedura che si completa con un passaggio in forno per favorire la cristallizzazione.

La ricetta del Bicchierino al maron glacé

maron glace ricette

I maron glacé rappresentano un grande classico del Natale. Il loro aroma dolce è inoltre perfetto per arricchire preparazioni come quella che vi proponiamo oggi, un irresistibile peccato di gola da gustare dall’inizio alla fine. Bastano pochi ingredienti per realizzare questa sfiziosa delizia, una piccola gioia culinaria che unisce l’intensità del gianduia e del caffè alla delicatezza della mousse aromatizzata al maron glacé. Il tutto servito in un bicchierino trasparente per la gioia della vista prima ancora che del palato.

Vediamo quali sono gli ingredienti, gli strumenti e la procedura necessari per realizzare questa dolce tentazione.

Ingredienti:

● 20 g di topping al gianduia
● 7 g di caffè in polvere Filicori Zecchini
● 30 g di mousse aromatizzata al maron glacé
● polvere di cacao
● 1 pezzetto di maron glacé

Attrezzatura:

● bicchiere
● sifone da 500 g
● spargicacao

Procedimento:

1. Inserite uno strato di topping al gianduia direttamente nel bicchiere di servizio.
2. Preparate l’espresso direttamente nel bicchiere, aggiungendolo al topping.
3. Montate la mousse al maron glacé utilizzando il sifone e adagiatela delicatamente sulla superficie del composto.
4. Ultimate decorando con una leggera spolverata di cacao, un pezzetto di maron glacé al centro e servite.

Come avete visto, basta davvero poco per servire il caffè in modo diverso e originale, attraverso una stuzzicante delizia. Se il bicchierino al maron glacé e la sua ricetta vi hanno incuriosito, scegliete la vostra miscela preferita Filicori Zecchini e provate a realizzare questa piccola esplosione di gusto.

filicori zecchini logo autore

Il team redazionale del blog “Laboratorio dell’espresso” è composto dagli esperti di Filicori Zecchini: tutti professionisti che mettono a disposizione la loro competenza nei vari ambiti di specializzazione, dalla formazione, alla consulenza, alla creazione della migliore offerta per la vostra attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Messaggio